Lo sai che all’interno della tua azienda esiste un potenziale ancora inespresso?

 

“L’uomo è un piccolo mondo.

Democrito

 

Essere imprenditore al giorno d’oggi è tutt’altro che semplice.

In realtà non lo è mai stato, ma ora, in quella fase storica che i filosofi contemporanei chiamano post-modernità, è diventato un’impresa titanica.

E non mi riferisco solo alle tasse, alle norme, ai cavilli burocratici e alle continue spese a cui un’azienda è sottoposta.

Ma anche alla gestione e all’ottimizzazione di quelle che vengono definite le “risorse umane”.

Un tempo era buona norma separare vita privata da vita professionale. E le cose funzionavano più o meno bene.

La segretaria (prendiamo lei ad esempio) arrivava puntuale, posava la borsetta, preparava il caffè per il suo capo e si metteva diligentemente al lavoro.

Quando la giornata era terminata, lasciava la sua postazione in ordine e tornava a casa soddisfatta di aver svolto con precisione il suo lavoro.

E il giorno dopo la storia si ripeteva.

Ok, mi dirai che questa è una visione rosea e semplificata della realtà, e in questo posso anche darti ragione.

Ma in linea di massima, i fatti si svolgevano veramente così, anche se con qualche difficoltà relazionale o qualche intoppo di altro tipo.

Invece guardati intorno oggi: l’essere umano è sempre più alienato e il peggio è che si porta la sua alienazione all’interno della tua azienda.

Non è questo il luogo e il momento per disquisire perché, quando e come l’uomo ha iniziato a essere un essere alienato (anche se un’evidente mancanza totale di valori ne è una causa lampante).

Quello che invece ci interessa, a me e a te, è capire come gestire questa scomoda e inquietante situazione.

Ora ti trovi con un bel grattacapo in più rispetto al passato: governare (proprio come un re, con tutti gli oneri annessi) un team di persone, ognuna delle quali si porta appresso i suoi problemi.

C’è un aspetto però molto importante su cui vorrei che tu ponessi la tua attenzione.

 

Le stesse persone alienate che compongono la tua azienda sono pozzi di talenti inespressi.

 

E non per colpa loro; nessuno hai mai insegnato loro (e nemmeno a noi in verità!) a esprimere se stessi, professionalmente parlando, nella loro natura più profonda.

Tu pensi che i tuoi collaboratori e il tuo personale siano un problema da gestire (spesso sembra effettivamente così).

Io ti dico che sono persone con un potenziale inespresso pazzesco.

Solo che far funzionare una psiche umana al meglio non è così semplice. Si tratta in realtà di un lavoro piuttosto complesso e ti serve un professionista che lo faccia per te.

Ti assicuro che una profonda comprensione dei meccanismi dell’animo umano, la giusta comunicazione e un atteggiamento intelligente fanno miracoli.

Soprattutto ora, dopo un periodo stra-ordinario che ha messo a dura prova la psiche di molti Italiani, è di fondamentale importanza che tu vada ad agire sull’enorme potenziale inespresso della tua azienda: i tuoi uomini.

Perché se è vero che un’impresa è fatta di numeri che a fine anno anno devono tornare, è anche vero che è la forza lavoro umana il motore del tuo successo o del tuo fallimento.

Soprassedere a questa importantissima considerazione potrebbe rivelarsi una mossa superficiale.

E i tempi ora richiedono maturità.

E tu, ti ritieni un imprenditore maturo?

La sfida per te ora è riuscire a trovare l’opportunità nella difficoltà.

In questo momento storico-economico, a cavallo tra due ere, sei chiamato a rivedere completamente la concezione e la struttura della tua azienda.

 

Una delle chiavi del tuo successo sarà proprio la realizzazione del potenziale inespresso dei tuoi uomini.

 

Perché un uomo realizzato è la miglior risorsa che la tua azienda possa avere!

 

Semper Age Ab Intra

 

Visita il mio sito e COMPILA IL FORM per richiedere l’invio del Report Cartaceo dedicato alle aziende.
Non perderti gli importanti spunti che ti verranno forniti periodicamente su come affrontare al meglio questo imminente cambiamento epocale.